«Antico più delle fiabe e ormai dimenticato, è il punto di vista della rana. Libera di non trasformarsi in principessa, tra le ninfee si lascia amare per quella che è: unica, irripetibile, imperfetta».

Prendendo libera ispirazione da una fiaba tradizionale europea (Il principe ranocchio), la cooperativa sociale Raptus e il progetto giovani comunale di Scandiano realizzeranno un’installazione artistica per evocare un’immagine ancora più antica, presente in numerose culture e capace di ribaltare il senso del racconto reso celebre dai fratelli Grimm: la rana come simbolo di bellezza unica e irripetibile, capace di lasciarsi amare per quella che è, nella sua imperfezione. L’installazione prenderà vita grazie ai pensieri che le persone vorranno lasciare nello stand situato presso i giardini interni della Rocca. Un’occasione questa per ammirare uno degli spazi più suggestivi del comune del Boiardo, da poco riqualificato dall’amministrazione.