Nell’Appartamento Estense sarà allestita la mostra dell’illustratore e disegnatore Fabio Magnasciutti dal titolo “Temperature” che propone al pubblico una selezione di oltre 40 suoi lavori per mostrare una panoramica sulla eterogeneità del suo lavoro.

Fabio Magnasciutti, “Miglior Vignettista 2015” al Premio della Satira di Forte dei Marmi, è uno dei più grandi illustratori italiani. Al Teatro Villa Pamphilj a Roma ha recentemente esposto una raccolta di tavole tra illustrazione e letteratura. La mostra, che comprendeva oltre 90 tavole, permetteva di approfondire l’opera di Magnasciutti, il cui talento spazia dall’illustrazione alla pubblicità, dalla satira all’animazione, senza escludere la musica, sua grande passione.
Come dice il critico Livio Sossi, “Fabio Magnasciutti fotografa il nostro mondo, i nostri vizi, la vita dell’uomo, in un caleidoscopio di immagini, ora graffianti, ora caustiche, ora irriverenti, ora amare, ora poetiche. È così che l’artista, racconta la realtà, i drammi e le miserie dell’esistenza”, e ancora: “Esprime così il suo pensiero libero, divergente, critico. Lo fa con una satira colta che forse per la prima volta intreccia illustrazione e letteratura. Una satira che si fa poesia dell’uomo e che ci coinvolge tutti in un percorso di consapevole crescita culturale che risveglia le nostre coscienze”
“Non so se sia satira. Osservo, ascolto, annuso, tocco, assaggio, come tutti. Poi elaboro e restituisco, filtrato, come tutti. Con segni e parole, ciò che so fare. Non so dare risposte, invece. Credo che le domande, i dubbi spesso, valgano di più.” F.M.

Fabio Magnasciutti è nato a Roma. Si dedica all’illustrazione da quasi trent’anni, ma dagli ultimi dieci si dedica costantemente alla satira. Ha pubblicato numerosi libri con la casa editrice Lapis e con altri editori e illustrato diverse campagne per grandi aziende come Saras, Enel, Api, Montedison. Tra le sue collaborazioni figurano La Repubblica, l’Unità, Il Fatto Quotidiano, Gli Altri, Linus, Left, Il Manifesto. Vincitore del premio come Miglior vignettista 2015 presso il Museo della satira di Forte dei Marmi, ha curato sigle e animazioni dei programmi di Rai 3 “Che tempo che fa” e di “Pane quotidiano” e ha realizzato alcune illustrazioni per i programmi “AnnoZero” e “Servizio pubblico”. Insegna illustrazione editoriale presso lo IED di Roma e nel 2005 ha fondato la scuola di illustrazione Officina B5. Dal 1993 è il cantante del gruppo Her Pillow (folk/rock), di cui è fondatore.